Los Angeles (USA): Italia America one way.

Il municipio di Los Angeles

Il municipio di Los Angeles.

 

Cacchio, questo si che è un municipio!!!!!!

 

Questa California mi intriga sempre di più, oggi ho trovato un altro italiano in California, abita a Los Angeles, trentenne e si fa chiamare Pluto.

 

Il blog si intitola ‘Italia America one way‘ e, come altri, è personale, quindi ci si può trovare di tutto e di più.

 

Il post che mi ha interessato di più è stato pubblicato domenica 11 maggio 2008, è intitolato giustizia americana e descrive due esempi validi per capire come venga gestita la giustizia in america. Il paragone con la giustizia italiana viene subito a galla e vi assicuro che leggendo il post mi sono vergognato molto.

 

Eccovi un pezzo del post (giusto per farvi un’idea):

 

il protagonista è Wesley Snipes, la temibile IRS (l’agenzia governativa per la riscossione delle tasse) ha accertato che ha evaso le tasse dal 99 al 2004, e’ stato fatto un processo dove lui ha versato parte delle tasse evase nonostante cio e’ stato condannato a 3 anni di galera, il giudice ha detto ‘Non c’è niente di insolito nel perseguire una celebrità’

 

Beh, che ne dite?

 

Una cosa del genere, secondo me, in Italia (almeno per adesso) è pura fantascienza e secondo voi?

 

Andate a vedervi il blog e mi raccomando segnalatemi siti/blog di italiani all’estero che conoscete o avete visitato, ci conto.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

San Francisco (USA): Wayward

 

Ciao ragazzi, come va? Io sto bene, grazie.

 

Oggi ho visitato alcuni dei blog precedentemente postati e in games and the city ho letto di Aelys che ha incontrato un certo Mr. Wayward e incuriosito sono andato a leggermi il suo blog.

 

Allora, innanzitutto Mr. Wayward nel mondo reale si chiama Fabrizio Cariani, come Aelys vive in quel di San Francisco nella meravigliosa California e a quanto ho capito sono pure ottimi amici.

 

Detto ciò, il blog è un blog come ce ne sono molti, ma come tutti, essendo personale, è sempre diverso dagli altri. Leggendo i vari post, mi ha colpito un’interessante quesito che l’autore si pone e vi invito ad andare a leggervelo, perchè, può sembrare una cavolata, ma fa pensare (il post in questione si intitola ‘Pezzi nuovi.’ ed è stato postato il 24 aprile 2008).

 

Ad oggi Fabrizio è a spasso per la vecchia europa e a me sembra come un ritorno a casa, un pò come se dopo tanto tempo si ritornasse a casa e invece che andare in giro per le varie stanze, ci si fermasse per un attimo a guardare quanto è bello il giardino o il cortile; tutto questo preambolo per dare una specie di ben tornato a Fabrizio e per fargli un imbocca al lupo per il blog, il lavoro, la vita …

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Idaho (USA): Alinuska.

 

Ciao, per la serie il mondo non è piccolo, di più, piccolissimo, ho trovato un’altra sarda che vive negli Stati Uniti, lei però vive in Idaho ed è un pò più grande di Ilaria.

 

Come scrive nel suo blog la sua storia è un pò movimentata, della serie ‘La vita è bella ma complichiamocela’, descrivendola dalla fine (come dice nel blog): sposa un americano militare Nato in pensione,paramedico, con altri lavori alle spalle, che si e’ dovuto reinventare supplente a 55 anni e adotta una bimba ucraina.

 

Tornando al blog ‘Alinuska‘ i post trattano della vita quotidiana dell’autrice con alcune aggiunte come test o giochini divertenti.

 

Aggiungo una piccola curiosità che ho trovato all’interno di ‘Alinuska‘ che dimostra quanto questi spazi personali su internet possano rivelare cose per noi umili italiani in Italia impensabili.

 

Leggendo dell’inizio di cariera di suo marito scopro che in Idaho non hai bisogno di laurea o esperienza per diventare un substitute teacher (supplente) e che la richiesta e’ enorme. Già qui io rimango allibito (noi ci arriveremo mai?), ma il bello deve ancora arrivare, eh si, perchè scopro anche che quando un insegnante manca, negli USA, lascia il ‘lesson Plan’ per il supplente che, in questo modo, sa cosa deve fare, mentre in Italia, il supplente e’ abbandonato a se’ stesso con il risultato che, nella grande maggioranza dei casi, non insegna niente o comunque insegna male.

 

Per ultima cosa vorrei dare tutto il mio sostegno morale a Koala (pseudonimo dell’autrice del blog) che, come potete vedere dalla foto in alto, si ritrova oltreoceano e in mezzo alla neve, dopo una vita trascorsa sotto il caldo sole della sua Sardegna.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

San Francisco (USA): games and the city.

Il Golden Gate Bridge

 

Oggi sono molto contento, ho scoperto molti blog, purtroppo tutti di italiani in america, dico purtroppo, non perchè non voglio inserire questi blog, ma perchè mi piacerebbe anche spargerli un pò, tipo America oggi, Venezuela domani, Russia la prossima settimana …

 

Insomma, spero di essermi spiegato. Comunque, visto che in america ci sono cosi tanti italiani che scrivono su internet, ritengo che debbano avere una maggiore visibilità, quindi oggi proporrò un altro di questi blog.

 

Titolo Games and the City autore è una donna che nel suo profilo dichiara 31 anni, lo dico perchè se vi fate un giro sul suo blog vedrete le sue foto e secondo me non li dimostra affatto, chissa, forse è la vita a San Francisco che ringiovanisce o non fa invecchiare; lei si chiama  Aelys, non chiedetemi se è davvero il suo nome perchè non lo so, anche se mi sembra strano che un’italiana abbia un nome del genere, forse sono solo i tempi che cambiano oppure non è il suo vero nome.

 

Passando ai post, posso dire che sono in gran parte personali, ma sono utilissimi per capire come si vive in America, a San Francisco, infatti l’autrice grazie alla descrizione delle sue esperienze, fornisce molte informazioni, alcune più importanti, altre meno importanti ma comunque interessanti, per esempio, lo sapevate che gli americani sono attrezzatissimi per quanto riguarda il mangiare, cioè, si portano barbecue portatile, birra, sedie, tavolini e carne anche per andare a vedere una partita di calcio.

 

Ok, visitate il blog e fatemi sapere se vi è piaciuto.

 

Ciao e a presto!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Boston (USA): Sardegna Ricordi.

golfo di orosei GOLORITZE

 

Bella foto vero? Provate un pò ad indovinare dove si trova questa magnifica spiaggia.

 

Australia? No. Spagna? No. America? No.

 

La foto mostra una parte del golfo di Orosei in Sardegna. Ora voi vi chiederete cosa centra la Sardegna con un blog che parla di italiani all’estero, beh, centra, centra, perchè adesso voglio parlarvi del blog di una sarda in america.

 

Lei si chiama Ilaria, vive negli Stati Uniti d’America, più precisamente nel Massachusetts e per essere pignoli nella città di Boston. Nel blog Sardegna Ricordi i suoi post trattano gli argomenti più svariati e, a volte, improbabili (come per esempio lo sbocciare dei fiori di magnolia a Boston). Ho trovato vari post che parlano di cucina con foto e ricette (questa parte non mi interessa molto, ma questo dipende dalle passioni che uno ha), ma quelli che più mi hanno colpito e mi hanno fatto pensare ai bei tempi passati in giro per l’Italia con amici sardi sono quelli che parlano dei suoi ricordi, della sua terra e delle cose che caratterizzano i sardi fuori dalla loro terra.

 

Inoltre vi segnalo che questo blog è stato premiato col premio blog letterario con la seguente motivazione:

 

<<Premio Ilaria di Sardegna Ricordi perché mentre leggo i suoi post non riesco a non sorridere di tenerezza pensandola così lontana da casa e sono orgogliosa di lei che riesce ad essere allo stesso tempo così ‘sarda’, orgogliosamente legata alle sue radici, e così ‘cittadina del mondo’ .>>

 

Voglio aggiungere che sono pienamente d’accordo con la motivazione del premio.

 

In conclusione vi dico che il blog è più che altro personale, c’è un pò di tutto e (a parte le ricette  ) mi è davvero piaciuto.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Giovani italiani in Australia: files utili.

 

Vorrei dedicare questo post a un blog che ho già segnalato.

 

Ho navigato un pò all’interno di Giovani italiani in Australia e ho trovato un post in cui l’autore ha inserito tre files da scaricare che possono offrire una panoramica sull’Australia.

 

Nel primo file intitolato ‘Australia vs Italia’ ci sono 10 motivi per cui vale la pena di trasferirsi in Australia e 10 motivi per cui vale la pena restare in Italia.

Nel secondo file intitolato ‘Costo della vita in Australia’ si trova una breve panoramica per poter confrontare il costo della vita in Australia con l’Italia.

Nell’ultimo file intitolato ‘Quiz per fare la giusta scelta’ si trovano 8 semplici ma cruciali domande per risolvere il grande dilemma: partire o non partire?

 

Io ho scaricato tutti e tre i files e li ho trovati iteressanti, brevi, semplici ma allo stesso tempo molto completi e esaurienti. I files li potete trovare e scaricare qui.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Germania: un blog a metà strada tra economia ed ecologia tedesca

[Solare+Sanierung+im+Wohnungsbau.jpg]

(Nella foto: un impianto eliotermico nel quartiere berlinese di Reinickendorf. Fonte: BSW-Solar/Upmann)

 

Vi prego di non picchiarmi per la mia contraddizione, infatti, quello che vi presento oggi, non è un blog molto aggiornato, ma secondo me merita lo stesso.

 

Il blog si chiama ecogermania e principalmente si occupa di argomenti di economia ed ecologia tedesca, come vi ho appena detto merita, credetemi.

 

Vi do un piccolo assaggio di un post molto interessante, il post è intitolato ‘A proposito dell’efficienza (energetica) tedesca’ è stato pubblicato il 6 gennaio 2008 e al suo interno, tra l’altro, potete leggere:

 

‘[…] l’economia tedesca è grande pressappoco quanto quella cinese. In pratica, i due Paesi producono circa il 6% del Pil mondiale, calcolato in dollari. Eppure ogni giorno la Cina utilizza 7 milioni di barili di petrolio, contro i 2,6 milioni della Germania. […] alla crescente domanda dell’oro nero e alle future difficoltà per soddisfarla, Rürup invita a insistere su questa strada. ‘Abbiamo ancora tempo per incrementare l’efficienza energetica’, ha detto a Deutschlandfunk.

 

Beh, che dire, appena ho letto questo post sono rimasto sbalordito, cioè, solo Cina e Germania producono il 6% del Pil mondiale eppure la Germania consuma poco di più di un terzo di petrolio rispetto alla Cina (e già qui ero a bocca aperta). Ma il bello arriva alla fine, perchè non solo la Germania consuma pochissimo, ma stando alle parole di Rürup si può fare ancora tanto per l’efficienza energetica (bocca aperta + occhi spalancati).

 

Inoltre c’è da dire che nel blog i dati e le dichiarazioni riportate sono seguite dalla fonte da cui derivano e questo mi sembra un segno di grande serietà. 

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

USA, Houston: un italiano creativo in America.

Ciao a tutti, oggi dopo tanto navigare, finalmente, ho trovato una serie di blog di italiani in America e incomincio subito a presentarvi il primo.

L’autore del blog si chiama Daniele e vive a Houston negli Stati Uniti d’America, il blog s’intitola Daninet, pensieri in rete e tratta vari argomenti soprattutto di carattere personale.

Nonostante quest’ultima caratteristica (o forse proprio grazie ad essa) il blog è utile anche per cercare di capire l’America, per confrontarla a quella che conosciamo noi dall’Italia, per imparare a conoscerne un pò di più la cultura, tutto ciò grazie ad un’esperienza diretta dell’autore.

Inoltre consiglio a tutti di guardare le foto che sono postate e soprattutto quelle collegate ai link collegati a destra, sotto il titolo LINK AI FOTO ALBUM.

 

P.S. Io continuo a ricercare blog ma vi chiedo di darmi una mano, di partecipare direttamente alla costruzione di questo blog segnalando blog/siti di italiani all’estero. So che non è facile, ma vorrei inserire solo blog aggiornati più o meno regolarmente e che non trattino politica, o per lo meno che non sia l’argomento esclusivo. Grazie e a presto.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Questo è un italiano all’estero molto speciale.

Oggi voglio parlarvi di un italiano all’estero molto speciale, si chiama Alex Bellini e ad oggi è all’estero, precisamente nel bel mezzo del Pacifico.

Alex ha deciso di intraprendere un’avventura molto difficile, ma che gli auguro vada bene. L’avventura nella quale si è buttato è attraversare il pacifico partendo dal Perù (è partito in febbraio) e arrivando in Australia, la particolarità è che l’attraversata la compie a remi senza vele e senza motore.

Vi invito ad andare a visitare il suo sito e dargli il vostro imbocca al lupo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Cuba.

E adesso, per tutti gli amanti della meravigliosa isola, vi propongo un blog bellissimo e molto molto interessante. Visitatelo, non rimarrete delusi.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento